L'incontro impossibile tra una bambina
e due criminali evasi dal carcere

IL SORRISO DI SAVANNAH
(Savannah smiles)

Savannah smiles

Commedia (USA, 1982)
Col. 103'

Regia Pierre De Moro
Sceneggiatura Mark Miller
Musica Ken Sutherland

Personaggi e interpreti
(Alvie) Mark Miller, (Boots) Donovan Scott,
(Savannah) Bridgette Andersen

La figlia di un ricco industriale per attirare l'attenzione dei genitori scappa di casa e si rifugia in una baracca abbandonata nella foresta. Nel frattempo due criminali non troppo brillanti evadono dal carcere e si rifugiano accidentalmente nella stessa baracca dove si nasconde la piccola fuggitiva. Il padre di Savannah allarmato dalla scomparsa della figlia offre una ricompensa a chi la ritroverà, sebbene egli tema che in realtà si tratti di un rapimento attuato per estorcergli denaro. Mentre la polizia continua le indagini avanzando sospetti proprio sui due evasi, si crea un rapporto d'amicizia e complicità fra Savannah e i due galeotti. La situazione si complica nel momento in cui il cerchio si stringe attorno ai tre fuggiaschi...

Piacevole pellicola dove centrale è l'amicizia assurda ma non impossibile tra una bambina figlia di ricchi genitori e due criminali evasi in modo rocambolesco da un penitenziario. La sceneggiatura è dell'attore americano Mark Miller - padre della famosa attrice Penelope Ann Miller - qui alla sua quattordicesima prova recitativa preceduta da diversi film e dalla partecipazione alla nota serie televisiva General Hospital.
Donovan Scott è al suo quinto film prima del quale è stato interprete nella commedia Popeye e nel terzo ed ultimo capitolo del thriller Psycho (1986).
Per la piccola Bridgette Andersen si tratta della terza interpretazione prima della quale ha recitato nei panni dell'attrice Mae West all'età di 7 anni nel film omonimo Mae West del 1982.



Sito RaiUno | Indietro | Sito RaiDue
© COPYRIGHT 1997- 2001 RAI