Meryl Streep

Meryl Streep

Nata a Summit, New Jersey, il 22 giugno 1949. Attrice americana. Nome completo Mary Louise Streep
 
Intensa, elegante, raffinata. È considerata una delle migliori attrici di tutti i tempi. Bionda, diafana, altera, a volte è stata accusata dalla critica di essere troppo tecnica: di eccedere coi manierismi.
Grazie alle sue straordinarie capacità entra nel cuore del pubblico, come dimostra il botteghino, attraverso i ruoli più svariati. Da donna media americana, col problema dell'affidamento del figli nel drammatico Kramer contro Kramer 1980, con il quale vince il suo primo Oscar. Alla drammatica performance di La donna del tenente francese, pellicola che le fa ottenere la seconda statuetta. Da battagliera militante, paladina della causa in Silkwood 1983. Fino alla fragile, indimenticabile Molly di Innamorarsi, a fianco di un timido Robert De Niro. E ancora vibrante e strepitosa in La mia Africa, 1985 autoironica e irresistibile nella parodia di se stessa in Lei, il diavolo.
Fin da giovane studia lirica ma già al College, dove fa la cheerleader, si avvicina alla recitazione. E si laurea in arte drammatica, nella prestigiosa Università di Yale. Nel 1978 sposa lo scultore Don Gummer e dal marito ha quattro figli: Henry, Mary Willa, Grace e Louise.
Dopo qualche anno di scelte minori, torna alla ribalta internazionale con la commedia romantica I Ponti di Madison County, a fianco di Clint Eastwood. Tra la fine del secolo e l'inizio del duemila, la Streep si propone alle platee internazionali con due pellicole molto diverse. È un'incredibile zitella irlandese, tutta plumcake ed uncinetto, in Ballando a Lughnasa. Mentre intensa e imperdibile, candidata all'Oscar, è La musica del cuore, ultima fatica di Wes Craven. Per entrare in questo difficile ruolo di musicista, la Streep ha imparato a suonare il violino: sei ore al giorno per otto settimane.
 
filmografia
riconoscimenti artistici
aggiornata febbraio 2000


Sito RaiUno | Indietro | Sito RaiDue
© COPYRIGHT 1997- 2001 RAI