Mike Bongiorno

Mike Bongiorno

Nato a New York, nel 1924. Conduttore
 
E' considerato il simbolo stesso della televisione. Mike, giovanissimo, è alla Stampa di Torino e dopo aver lavorato come tecnico, speaker e programmatore radiofonico in America, torna in Italia, dove Vittorio Veltroni, gli offre un contratto di collaborazione per il Radiogiornale. Il vero esordio televisivo risale al 1954 con il programma Arrivi e partenze. Il trionfo, però, è segnato dal padre di tutti i quiz: Lascia o raddoppia?, che debutta il 19 novembre 1955 e che fa scoprire la televisione agli italiani. Il programma diviene un fenomeno sociale e di costume, tanto da essere considerato il più grande successo della storia della televisione italiana. Bongiorno in seguito presenta Campanile Sera (1959), Caccia al numero (1962), La fiera dei sogni (1963-66), Giochi in famiglia (1966-67). Negli anni '70, conduce il Rischiatutto e una rivisitazione di Lascia o raddoppia? Dopo aver abbondonato la Rai, Bongiorno presenta il suo primo programma a Tele Milano (che poi diventerà Canale 5): I sogni nel cassetto, trasmissione sponsorizzata da otto inserzionisti. Così Mike si specializza proprio in quella che è la parola d'ordine delle televisioni commerciali: pubblicizzare . Seguono altri programmi, tra i quali Bis, Superflash, Tris e nell'86 Telemike, che riscuote più degli altri un grande successo di pubblico. Mike diventa vicepresidente della Fininvest nel 1987 e porta in Italia La ruota della fortuna (format di un programma americano) e nel 1991 inaugura la conduzione di Bravo, bravissimo. Due anni dopo lancia Festival italiano, che ripropone artisti e canzoni di quel Festival di Sanremo che ha condotto per ben dieci edizioni. Mike non solo è considerato il re della televisione, ma anche delle gaffe: di quelle battute così bizzarre che l'hanno reso popolare come i suoi stessi programmi.
aggiornata febbraio 2000


Sito RaiUno | Indietro | Sito RaiDue
© COPYRIGHT 1997- 2001 RAI