Kirk Douglas

Kirk Douglas

Nato ad Amsterdam, New York, il 9 dicembre 1916.
Vero nome Issur Danielovitch Demsky. Attore, regista e produttore americano
 
Istrionico, vigoroso, simpatico. Sfrutta il suo fisico aitante per fare il lottatore. Con la stessa grinta affronta la sua vita personale e artistica. Figlio di emigranti russi, come primo nome d'arte assume quello di Isidore Demsky. Deciso a diventare qualcuno, fin da giovane si paga da solo la St. Lawrence University e poi L'American Academy of Dramatic Art.
Debutta a Broadway nel 1941, ma abbandona le scene per due anni per arruolarsi nella marina americana.
Esordisce nel cinema nel 1946 in Lo strano amore di Martha Ivers, poi torna sui palchi di Broadway con due opere dirette da Richard Widmark. Ma il grande schermo lo vuole e il battagliero Kirk si ripropone. Fin dal suo esordio interpreta personaggi difficili. Già nei film che gira negli anni Cinquanta, ad esempio il pugile in Il grande campione, 1949, Douglas recita ruoli individualistici e autodistruttivi. Personaggi vittime del proprio egocentrismo, destinati a un'inevitabile autodistruzione. Forti per mascherare le proprie fragilità, aggressivi e violenti, per nascondere la propria insicurezza.
Ecco il giornalista cinico di L'asso nella manica, 1951, l'avvocato di Orizzonti di gloria, 1957 diretto dall'amico Stanley Kubrick o il complesso personaggio di Doc Hollyday in Sfida all'O.K. Corral. Ma come non ricordare, nel 1954, Ventimila leghe sotto i mari e, l'anno dopo, Ulisse.
Nel 1960 è protagonista di un film mitologico passato alla storia, Spartacus: del quale è anche produttore. Considerato un intransigente despota nello scegliere i suoi collaboratori, Douglas assume per questo film uno degli esclusi da Hollywood: lo sceneggiatore Dalton Trumbo.
Negli Anni Settanta si dedica un po' di più alla regia: ecco I giustizieri del west, 1975 un western ricco di metafore e riferimenti all'attualità.
Continua sempre a recitare: Uomini e Cobra 1970, Fury 1978, due anni dopo Vizietti Familiari, diretto da Brian De Palma fino alla commedia brillante con Silvester Stallone, del 1991, Oscar: un fidanzato per due figlie.
È, come tutti sanno, il padre di Michael Douglas e ha altri tre figli. È sposato in seconde nozze dal 1954. Nel 1981 riceve dal Presidente la più alta onorificenza per un civile, la Medaglia della Libertà.
Nel 2000 esce nelle sale con il film intitolato A Song for David.
 

filmografia
riconoscimenti artistici

aggiornata febbraio 2000


Sito RaiUno | Indietro | Sito RaiDue
© COPYRIGHT 1997- 2001 RAI