Luca Manfredi

Nato a Roma nel 1958
 
Diplomato al liceo scientifico. Si è specializzato come copywriter di pubblicità presso l'Istituto europeo di Design. Subito dopo ha avviato una lunga collaborazione con la più grande agenzia di pubblicità italiana, lo studio Armando Testa di Torino. Contemporaneamente inizia a lavorare prima come aiuto regista e poi come regista alla R.P.A. Duel (Registi Pubblicitari Associati), una importante casa di produzione di spot pubblicitari, a Roma. Ideatore, sceneggiatore e regista di circa 90 spot televisivi del caffé Lavazza tra il 1983 e il 1993, con questa interminabile serie, che è stata uno dei più grandi successi pubblicitari in quegli anni, ha vinto diversi premi di categoria e dell'Art Directors Club Italiano.
Il primo approccio con il cinema l'ha avuto come regista di una seconda unità, girando i titoli di testa e di coda del film Sposi di Pupi Avati, insieme a Luciano Emmer. Dal 1988 è socio dell'A.N.A.C. (Associazione Nazionale Autori Cinematografici). Nel 1988-89 ha lavorato come aiuto regista e scrittore con la compagnia del Teatro Eliseo di Roma, mettendo in scena la commedia Viva gli sposi. Dal 1990 al 1992 ha ideato, sceneggiato e diretto la serie di telefilm polizieschi Un commissario a Roma, co-produzione italo-francese tra RAI 1 e FR3, vincendo diversi premi televisivi, tra cui il Telegatto 1993 come migliore serie italiana, il premio dell'A.I.C.R.E.T. (Associazione Italiana Critici Radiofonici e Televisivi) come miglior regista tv dell'anno e il premio della regia televisiva Giardini Naxos '93 come migliore serie tv.
Nel 1994 ha scritto e diretto Buon compleanno Gianmaria, uno dei cinque episodi del film Ottantametriquadri, presentato al Festival di Venezia nella sezione finestra sulle immagini e distribuito nelle sale dalla Academy. Nel 1995-96 ha scritto, insieme a Dido Castelli e Ugo Pirro, sei tv movie da 90' commissionati dalla RAI, come seguito della serie Un commissario a Roma. Nel 1996 insieme a Cecilia Calvi ha scritto la sceneggiatura del film La classe non è acqua, diretto dalla stessa e distribuito nella sale dalla Medusa. Nel 1997 ha scritto e coordinato insieme a Dido Castelli una serie di 12 film da 90' prodotta dalla T.P.I. per Mediaset e dalla BETA Film per la televisione tedesca, dal titolo Pensando all'Africa, di prossima programmazione. Con la sceneggiatura di Grazie di tutto, scritto insieme a Cecilia Calvi, ha ottenuto l'interesse culturale nazionale del dipartimento dello spettacolo. Il film, co-prodotto dalla RAI, dalla FILM 3 di Guido Volpi e dalla DANIA FILM, è stato da lui diretto nell'estate del 1997 e distribuito nelle sale italiane dall'Istituto Luce, nell'aprile del 1998. E ha vinto il Ciné Banc d'Essai (il premio del pubblico) al Festival del Cinema Mediterraneo di Montpellier, in Francia. Nel 1999 ha scritto e diretto Meglio tardi che mai, una commedia brillante, per RaiUno.
 
aggiornata giugno 1999


Sito RaiUno | Indietro | Sito RaiDue
© COPYRIGHT 1997-2001 RAI