Francis Ford Coppola

Francis Ford Coppola

Nato a Detroit, Michigan, il 7 aprile 1939, regista e produttore
 
Firma la direzione di un caposaldo della cinematografia del secolo, oltre che del genere: Il padrino. È il 1972 con lui sorride al successo un cast di protagonisti straordinari. Fra tutti un indimenticabile Marlon Brando, seguito dalle performance di Al Pacino, James Caan, Robert Duvall, Diane Keaton e John Cazale. Il film fa vincere un Oscar al regista per la Migliore Sceneggiatura, con Mario Puzo, che se ne aggiudica un altro come Miglior Film.
Cresce nei sobborghi di New York, nella classica famiglia italo-americana. Il padre è il compositore e musicista Carmine Coppola, sua madre un'attrice. Respira il palcoscenico fin da bambino. Ma la scelta di studiare per diventare regista, matura in lui mentre è al letto, costretto dalla poliomielite: e passa il tempo animando marionette. Si diploma in drammaturgia alla Hofstra University, per specializzarsi all'UCLA in regia. Anche la sorella si dedica al cinema, dove recita col nome d'arte di Talia Shire.
Dal suo maestro Roger Corman, apprende tutto come una spugna: come direttore di dialoghi, di assistente al suono, di produttore. Fino al debutto dietro alla macchina da presa nel 1963 con Terrore alla tredicesima ora.
Negli anni successivi, si dedica molto alle sceneggiatura.
Nel 1969, con il suo amico regista George Lucas, il papà di Guerre stellari, 1977, fonda la L'American Zoetrope: una casa di produzione cinematografica indipendente, con sede a San Francisco. Nel 1973 producono American Graffiti, diretto proprio da Lucas.
Nel 1974 mette a segno altri due successi: Il Grande Gatsby e La conversazione, oltre a Il padrino parte II: che conquista sei Oscar.Francis Ford Coppola Tra le statuette, se ne aggiudica tre: Miglior Regia, Sceneggiatura e Produzione.
L'ascesa del cineasta non vede soste. Nel 1979 dirige un film epico e tragico nei suoi contenuti, intitolato Apocalypse Now. Uno spaccato crudo e realistico sulla guerra del Vietnam: vince due Oscar e la Palma d'Oro a Cannes. Lo stesso anno cura la regìa di The Black Stallion. Il cineasta ha tre figli: Mary, Roman e Sofia. Mentre contribuisce a lanciare come convincente interprete il nipote, Nicholas Cage. Una curiosità: dal 1978, l'eclettico cineasta produce a Rutheford, in California, vino Rubicone.
Coppola si considera un raro esempio di coerenza, nella caratterizzazione della società americana. La sua abilità nello scegliere gli interpreti e la delicata mano nella sceneggiatura, ne delinea una rara capacità operistica. La sua base operativa diventa la California. Prima San Francisco, dove si trasferisce nel 1974, acquista una radio e un giornale. Poi a Los Angeles, dal 1979, dove rileva la casa di produzione General Studios.
Una delle caratteristiche di Francis Ford Coppola è la complessità delle soluzioni: mai ovvie e semplicistiche. La sua arma vincente è sia l'ambiguità che la dialettica. I suoi film sono blockbuster annunciati. Tra i suoi ultimi successi, Mi familia del 1995 e, tre anni prima, Dracula di Bram Stoker.
Nel 1999 produce quattro film e nel 2001, Jeepers Creepers, The two Fridas, Pumpkin, No Such Thing. L'eclettico cineasta ha ben due siti ufficiali: American Zoetrope e Niebaum.
 
filmografia
riconoscimenti artistici
aggiornata giugno 2001


Sito RaiUno | Indietro | Sito RaiDue
© COPYRIGHT 1997-2001 RAI