Gianni Morandi

Gianni Morandi

Nato a Monghidoro (Bo) l'11 dicembre del 1944, cantante

Giovanissimo, per far quadrare il bilancio familiare, si impegna in piccoli lavori. Vende bibite e caramelle nel cinema del paese. Nel Capodanno del 1956, diventa la piccola star del suo paese. Durante i festeggiamenti in piazza canta a squarciagola la canzone Buon anno, buona fortuna, con il suo vocione potente amplificato dagli altoparlanti a tromba Geloso piazzati sul tetto di una Fiat 1400.
A dodici anni abbandona gli studi dopo aver iniziato le scuole di avviamento commerciale, e si trasferisce a Bologna. Lì studia canto con la maestra Alda Scaglioni, cacciatrice di talenti musicali da lanciare nelle balere dell'Emilia Romagna. Il debutto ufficiale avviene nell'aprile del 1958, nella Casa del Popolo di Alfonsine in provincia di Ravenna. Inizia una dura gavetta durante la quale impara a suonare la chitarra e la batteria. Il padre, anche se umile, tiene alla sua educazione e gli fa leggere nell'ordine: Che fare di Tchernischevsckij, Due passi avanti e uno indietro di Lenin, Il Capitale di Carlo Marx, I quaderni del carcere di Antonio Gramsci.

Nel 1961 fonda il gruppo musicale, Gianni Morandi e il suo complesso. Viene soprannominato il Paul Anka italiano. Nel 1962 vince il Festival di Bellaria per cantanti dilettanti e viene notato da un certo Paolo Lionetti, arbitro di pugilato e talent scout a tempo perso. Paolo Lionetti conoscere vari personaggi del mondo discografico. Organizza per Gianni Morandi un provino alla RCA alla presenza di personaggi che diventeranno di primaria importanza nella sua carriera, tra cui Franco Migliacci, il futuro Premio Oscar, Luis Enriquez Bacalov ed Ennio Morricone (arrangiatore di tutte le canzoni del primo periodo) che scrisse tra le altre Go-Kart Twist, testo di Luciano Salce, una delle prime canzoni eseguite nel programma Alta Pressione di Enzo Trapani. Nel 1962 incide il suo primo 45 giri, Andavo a cento all'ora. Di lì a poco arriveranno Fatti mandare dalla mamma a prendere il latte, e soprattutto In ginocchio da te, Se non avessi più te, con i relativi film.

Nel 1964 vince il Cantagiro ed è secondo classificato al Festival Tour della Rai. Primo classificato a Canzonissima nell'edizione 1965-66 che allora si chiamava La prova del nove. Nel 1966 Claudio Villa gli soffia la vittoria a Scala reale. Ma Morandi si prende la rivincita vincendo a sua volta il Cantagiro. Nello stesso anno sposa Laura Efrikian.
Dopo due successive vittorie nel 1968 e nel 1969 guadagna un'intervista in uno degli spazi più qualificati della tv: Dicono di lei di Enzo Biagi. Nel 1969 nasce la figlia Marianna. E nel 1974 il secondo figlio, Marco.
Dopo un periodo di assenza dai teleschermi nel 1983 partecipa al Festival di Sanremo proponendo quello che sarà un altro grande successo: La mia nemica amatissima. Nel 1984 conquista la grande platea televisiva come protagonista dello sceneggiato Voglia di volare di Pier Giuseppe Murgia. Seguono Diventerò padre, nel 1985 Voglia di cantare di Pietro Luna (regia di Pietro Sindoni), e Voglia di vincere nel 1987. Alternando successi discografici con concerti dal vivo ritorna alla fiction girando In fuga per la vita nel 1992; e, accanto a Mara Venier, La voce del cuore.

Trecentosedici i brani interpretati ad oggi, compresi gli ultimi tre inediti dell'album 30 volte Morandi. Trecentosedici brani che in oltre trent'anni hanno accompagnato la storia del nostro paese. A cinquantaquattro anni compiuti Gianni Morandi continua a correre in tante direzioni come musica e fiction.
Nel 1995 si classifica secondo al Festival di Sanremo con la canzone In amore, in coppia con Barbara Cola.
Nel 1996 è il trionfo del suo tour italiano. Tanto che la Rai trasmette in diretta dal Teatro delle Vittorie di Roma la data finale.
Nel 1997 pubblica Celeste azzurro e blu. E nel 1998 esce una raccolta di grandi successi 30 volte Morandi. Torna nel 1999 in televisione su RaiUno per cinque puntate per raccontare se stesso nel programma C'era un ragazzo.
Nel 2000 partecipa al Festival di Sanremo nella sezione Campioni. Si classifica al terzo posto.

aggiornata febbraio 1999

discografia
filmografia


Sito RaiUno | Indietro | Sito RaiDue

© COPYRIGHT 1997-2001