Sabrina Ferilli

Sabrina Ferilli

Nata a Roma il 28 giugno 1964

Attrice italiana. Cresciuta a Fiano Romano, paese nell'hinterland della capitale, è figlia dell'ex capogruppo del Pci alla Regione Lazio. E l'attrice non ha mai nascosto le sue idee di sinistra. Su suggerimento del regista Beppe De Santis, la Ferilli tenta senza successo l'ammissione al Centro Sperimentale di Cinematografia. Ma l'iniziale fallimento non la scoraggia affatto. E, caparbia, conquista piccole parti e ruoli secondari. Fino a quando, nel 1990, il cineasta Alessandro D'Alatri la sceglie per Americano Rosso. È l'inizio della sua carriera cinematografica. Poi è la volta dell'incontro con Ferreri e della pellicola Diario di un Vizio.

Procace e sensuale nell'aspetto, si definisce schiva e riservata nella sua vita privata. Amante degli animali, vive con il gatto Romolo e la cagnetta Nina, adora la pasta all'amatriciana e le buone letture. Ma non ama parlare della sua situazione sentimentale.

Nel 1997, un'indagine di mercato l'ha definita la più amata dagli italiani di sesso maschile, in età compresa tra i 14 ed i 34 anni, aiutata da madre natura, e dall'immagine di donna mediterranea che ha reso celebri nel mondo, dive del calibro di Sophia Loren e Gina Lollobrigida. L'attrice ama l'autoironia e si è definita aspirante Totò con le tette: grata com'è alle sue morbide forme. Mentre Nanni Moretti ha preferito appellarla con la frase di bella con l'anima.

Nel 1994, La bella vita di Paolo Virzì, la consacra ufficialmente diva del cinema Anni Novanta.
Il 28 dicembre del 1998 debutta a Teatro, al Sistina di Roma, con la riedizione del celebre Rugantino, nel ruolo di Rosetta, e nel 1999 l'aspetta un ruolo impegnato di mamma-lavoratrice nella fiction Commesse, diretta da Giorgio Capitani.
Nel 2001 è protagonista della fiction Come l'America in onda su RaiUno.
Chi desiderasse scrivere all'attrice può farlo al seguente indirizzo: Sabrina Ferilli, Via dell'Archeologia 3, 00065 Fiano Romano-Roma.

aggiornata aprile 2001

carriera
riconoscimenti artistici


Sito RaiUno | Indietro | Sito RaiDue

© COPYRIGHT 1997-2001