Franco Zeffirelli

Nato a Firenze il 12 febbraio 1923

Regista italiano. Ma prima ancora attore, scenografo e costumista. Studia architettura nel capoluogo toscano, animando i teatri locali. Tra gli anni quaranta e cinquanta comincia ad affiancare registi celebri come Michelangelo Antonioni, Vittorio De Sica, Roberto Rossellini.
La sua carriera inizia come attore, sul palcoscenico delle produzioni di Luchino Visconti, di cui diventerà assistente alla regia. E tra il 1948 e il 1953 sempre con lui, si occupa delle scenografie per opere di Cechov, Shakespeare e Williams. Celebrato regista lirico, tra le pièce mette in scena la Traviata, con una straordinaria Maria Callas e la Lucia di Lammermoor con la Sutherland.
Tra gli allestimenti teatrali, invece, si cimenta in opere classiche come l' Otello di Shakespeare, che presenta al festival di Stratford-on-Avon nel 1961, e nelle produzioni contemporanee come Chi ha paura di Virginia Woolf? di Albee.
Nel cinema restano famose le sue trasposizioni letterarie: dalla romantica vicenda di Romeo e Giulietta del 1968, a una sentita biografia del poverello d'Assisi Fratello sole, sorella luna del 1972, all'Amleto del 1990, nella straordinaria interpretazione di Mel Gibson. La sua opera è comunque dominata da una vena romantica, di accurata sensibilità sia per il particolare che per la definizione dei personaggi.
Resta memorabile il suo Gesù di Nazareth del 1977, entrato nella storia del cinema per il ritratto particolarmente umano del Cristo, la cui eterea spiritualità pervade l'intera pellicola.

RICONOSCIMENTI ARTISTICI

1969: nomination all'Oscar, Miglior Regia, per Romeo e Giulietta, 1968.

1982: Notion, Razzie Award, Peggior Regia, Endless Love, 1981.

1983: nomination all'Oscar, Miglior Regia e Allestimento Scenografico per La Traviata (Noto con Gianni Quaranta).

filmografia

aggiornata marzo 1998


Sito RaiUno | Indietro | Sito RaiDue


© COPYRIGHT 1997-1999 RAI