Le vicende comico-drammatiche di un medico
e della sua esuberante famiglia

la serie

Regia Anna Di Francisca, Riccardo Donna
Con Lino Banfi, Giulio Scarpati, Claudia Pandolfi

il cast degli attori

la sigla spot 1
il format spot 2
la locandina le puntate
l'impegno produttivo gli ambienti

Un format. Una commedia sentimentale con punte di grande comicità. Ma con risvolti anche drammatici e che ha richiesto un notevole impegno produttivo. È quello che va in onda sugli schermi di RaiUno.
Ventisei puntate raccontano le vicende e le divertenti peripezie della numerosa famiglia Martini. Lele è il protagonista. Il medico di famiglia. Impiegato presso una Usl sperimentale. Ma soprattutto fulcro indispensabile di un gruppo familiare piuttosto vivace. Lele ha 38 anni. È rimasto vedovo di recente ed è padre di tre figli: Maria, Anna e Ciccio. Il giovane medico, ancora sconvolto per la morte della moglie, stenta a rifarsi una vita sentimentale. Anche se le occasioni non gli mancano.

G. Scarpati,  e L. Banfi

Ma, oltre alle sue vicende professionali e sentimentali che ruotano attorno al Poliambulatorio, deve fare i conti anche con la complessa trama di rapporti familiari. Il loro graduale modificarsi, tra padri, suoceri, figli e amici. Ognuno con le proprie convinzioni e la propria cultura, questi personaggi prima o dopo influiscono in qualche modo sulla vita di Lele.

G. Scarpati e C. Pandolfi

In effetti, una delle principali chiavi drammaturgiche della vicenda, è rappresentata dalla relazione, sempre piuttosto dinamica, tra Lele e suo padre Libero. Un vivace vecchietto che dopo la morte della nuora, si stabilisce con il figlio e i nipoti. E poi c'è Alice, cognata di Lele. Una ragazza molto dolce ma dal carattere forte. Con lei Lele instaura una strana relazione. Confusa tra amicizia e amore. E ancora, tutta una serie di personaggi che favoriscono facilmente il meccanismo d'identificazione da parte dei telespettatori di ogni età...

L. Banfi, C. Pandolfi e G. Scarpati

Per ascoltare la sigla di Un medico in famiglia, clicca qui.


Sito RaiUno | Indietro

© COPYRIGHT 1997-2001 RAIUNO